MI1906

La "città bianca" nella storia e nelle collezioni

Esposizion di Milano nel 1906 e la catastrofe della notte del 2 agosto a 3, in cui il Palazzo delle Arti Decorative è stato vittima di un incendio, come raccontato nel giornale francese L'Illustration del mese di agosto 11, 1906:
(Spero che la traduzione non è male !)



Sul luogo del disastro, due ore dopo l'incendio.

FUOCO DI ESPOSIZIONE DI MILANO

La notte del Giovedi 2 a Venerdì, 3 agosto, un incendio che ha avuto conseguenze disastrose espresso al Salone di Milano, nella bandiera delle Belle Arti. Anche se di soccorso sono state veloci, e nonostante gli sforzi dedicati dei vigili del fuoco, sia italiana e ungherese sezioni delle arti decorative sono stati avvolto dalle fiamme. Quando venne il giorno, è rimasto sul sito hanno occupato un mucchio di macerie fumanti, carbonizzate travi che lance gettare annegato in un torrente d'acqua.

Planimetria di Milano, con il segno rosso della parti bruciate.

La mostra di Milano si estende su due posizioni differenti, distanziati 1.200 metri: Parco e la parata. La sezione d'arte francese, molto importante, è installato su questo ultimo punto. È stato quindi in pericolo, dato che è il fuoco del parco è scoppiata.

L'incendio ha causato, purtroppo, le perdite irreversibili. L'Ungheria aveva inviato lì oggetti d'arte che non vi è alcun sostituto, statue in metallo soprattutto molto vecchi, che sono stati trovati in stato di lingotti. Ma la distruzione della sezione italiana è forse ancor più deplorevole.

Palazzo Architettura.

Ingresso principale del Palazzo delle Arti Decorative.

Cortile del Palazzo delle Arti Decorative.

Era lì, infatti, le partiture originali di alcuni dei più grandi musicisti italients, Rossini, Verdi, ecc. E, infine, in un padiglione speciale, che si trova alla fine del Palazzo delle Arti Decorative, vicino al Palazzo di Architettura, era stato abbastanza sciocco da esporre tutti i documenti relativi alla cattedrale di Milano, il Duomo "" : Bolle di piombo guarnizioni Papi Bonifacio IX, Pio II, Alessandro VI, Giulio III, The Cookbook "del 1387, le lettere di Giovanni Visconti Sforza; grado di Luigi XII, re di Francia, divenne maestro di Milano, prezioso manoscritto recante il timbro del re, cera, arazzo di Giulio Romano, come ispirata e dettata da Raffaello, ecc.

Durante l'incendio.

Si ritiene un atto criminale. L'inchiesta è stata aperta immediatamente messo in pista di personaggi, alcuni giorni prima che il fuoco, ha il sospetto di trovare come è facile dar fuoco alla Mostra. E 'difficile da spiegare, però, il cellulare dovrebbe agire.

Facciata del Palazzo delle Arti Decorative, dopo l'incendio.

Colonnato all'interno del Palazzo delle Arti Decorative, dopo l'incendio.

Visualizzazioni: 173

Commento

Devi essere membro di MI1906 per aggiungere commenti!

Partecipa a MI1906

© 2014   Creato da Claudio Romeo.   Tecnologia

Segnala un problema  |  Termini del servizio